Support
Vipilates - Dolore muscolare spalla e braccio
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie. Vipilates Studio Vi augura una buona navigazione.

Hai mai provato la sensazione di avere dolore ad una spalla che si irradia anche al braccio?

Di avere difficoltà a portare su il braccio, a sollevarlo ed essere così costretta o costretto a tenerlo a riposo e non poterlo usare? Ci si sente bloccati ed improvvisamente capiamo quanto quel braccio ci occorra nella vita quotidiana, quando il suo buono stato di salute sia fondamentale per vivere e muoverci in assoluta libertà.

La spalla è l'articolazione più mobile del corpo garantisce ampiezza nei movimenti che deve essere equilibrata da chi ha il compito di stabilizzare il movimento e qui entrano in gioco i muscoli.

Molte volte in studio, sopratutto le donne, fanno caso se durante la lezione si è dato troppo poco spazio al lavoro muscolare degli arti inferiori, lamentandosi del fatto che il lavoro sugli arti superiori sia quello meno gradito. E' comprensibile, visto che nelle donne, gli arti superiori, sono generalmente più deboli. Questo non dovrebbe accadere visto che, sopratutto le neo mamme, passano molto tempo con i bambini in braccio e succede proprio in queste fasi di soffrire proprio di questo genere di dolori, spalle e braccia.

Da qui potrai capire come sia fondamentale eseguire un lavoro equilibrato. Non necessariamente se hai dolore alla spalla si è rotto qualcosa, è possibile che essendo i muscoli poco forti, tu ti debba appoggiare alle strutture ossee e legamentose per riuscire a fare quello che devi. E' qui che la spalla reagisce! si infiammano i tendini che dovrebbero avere solo il compito di collegare l'estremità del muscolo alle ossa e di non sostenere il carico, quello è lavoro del muscolo. Quindi se non hai muscoli forti, la spalla soffre e si ammala e tu da lì a poco non potrai più utilizzarla.

Cosa fare se sei già a questo punto?

Sentire il parere di un fisioterapista è sempre una buona regola, in modo da escutere patologie legate alla spalla. In ogni caso, voglio che ti focalizzi proprio sul fatto che dovrai lavorare sul rinforzo muscolare.

La spalla è una articolazione capace di essere potente e al tempo stesso precisa nei movimenti.

Il momento peggiore del dolore alla spalla e al braccio

Sono convinta che il momento peggiore per te, che soffri di dolori alla spalla sia proprio la notte, non è vero?

Questo essenzialmente per due motivi precisi:

ü  Se hai dolore alla spalla ed hai l'abitudine di stare su di un fianco, questo certo non giova all'arto, con la conseguenza di farti aumentare il dolore.

ü  Questo secondo motivo è da imputare proprio alla posizione sdraiata che hai durante il sonno, la posizione supina, crea difficoltà nel deflusso venoso e nella sede dell'infiammazione aumentando il dolore durante la notte.

Un'altra causa che va a braccetto con il dolore alla spalla e al braccio, può essere uno squilibro del bacino e della colonna vertebrale. Per esempio se hai il dorso curvo o piatto può essere causa di dolore proprio perché la poca mobilità del rachide cervicale, oppure a livello del bacino dato per esempio da una infiammazione alla sciatica, è causa di dolori proprio perché la spalla e il bacino sono collegati dallo stesso muscolo, il Gran Dorsale. Questi sono tutti fattori che determinano scarsa mobilità alla spalla e al braccio.

E' per questo che utile un' indagine approfondita per capire il motivo per il quale c'è dolore.

Tre consigli per gestire il dolore spalla braccio

  1. Consultare un professionista, come un fisioterapista o osteopata in grado di fare una diagnosi precisa sullo stato della tua spalla.
  2. Nel momento del dolore portare la spalla e il braccio ad uno stato di guarigione profonda, lasciando che si sfiammi con degli esercizi che il professionista ti dirà di eseguire a seconda di dove trova il problema.
  3. A guarigione ultimata, occuparsi di ristabilire equilibrio a livello muscolare. Questo vuol dire rendere la spalla forte, equilibrata ed armonica.

Come far funzionare al meglio la tua spalla.

La spalla è costituita da 5 articolazioni. 3 sono articolazioni "VERE" cioè sono formate dall'unione di due ossa, le altre 2 vengono chiamate "FALSE" poiché sono costituite solo dal rapporto tra muscoli.

Tutto è a carico di clavicola e scapola e se queste due ossa non sono supportate da una buona mobilità, costringeranno i muscoli a lavorare nel modo scorretto così da incorrere nel tempo a dolore infine a patologia. Come vedi un buon rapporto tra mobilità articolare e rinforzo muscolare è d'obbligo se vogliamo che la spalla lavori al meglio e sia funzionale. In ogni caso se c'è del dolore è buona regola rivolgersi ad uno specialista.

Dopo la fase acuta e a dolore risolto, ci sono 3 esercizi che possono aiutarti al rinforzo muscolare di cui parlavamo:

ü  Puoi stare seduto o in piedi. Prendi una bottiglietta d'acqua da mezzo litro. Piega il braccio a 90° incollando il gomito al punto vita e, senza staccarlo mai, ruota entrambe le braccia fuori, mantenendo il contatto dei gomiti alla vita. Fallo per 10-15 volte.

ü  Questo esercizio fallo sdraiato per terra su di una coperta, senza bottiglietta per le prime volte. Porta le braccia piegate a 90° alla stessa altezza della spalla. Fai attenzione che il gomito sia allineato con la spalla. La posizione è come un candelabro. Adesso lentamente, cerca di portare il palmo della mano verso il pavimento e non preoccuparti se non riesci ad raggiungere il pavimento. Adesso porta il dorso della mano verso il pavimento mantenendo il gomito alla stessa altezza delle spalle. E' un movimento che prevede l'Escursione delle braccia a 180°. Fallo per 10-15 volte e mi raccomando, non forzare il movimento sopratutto se vieni da un periodo di infiammazione e dolore.

ü  Adesso di nuovo in piedi. Predi di nuovo 2 bottigliette d'acqua da mezzo litro, una per mano. Fletti, con le gambe leggermente piegate, il busto avanti. Le braccia le lasci cadere giù. Adesso prendi un bel respiro ed espirando porta i gomiti piegati dietro, superando il punto vita cercando così di avvicinare il più possibile le scapole tra di loro.

La cosa ottimale è eseguire tutti i movimenti lentamente, le discipline che più possono aiutarti in questo lavoro e che troverai all'interno del VIpilates Studio sono il Qi Gong, Yoga e Pilates.

Ti aspettiamo per una prova gratuita. Clicca qui per contattaci subito

Puoi imparare come mantenere al meglio la tua forma fisica col mio libro Vivi di qualità