Support
Vipilates - Come leggere le etichette alimentari
Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie. Vipilates Studio Vi augura una buona navigazione.

Sai leggere le etichette alimentari?

Quando fai la spesa compri con gli occhi o usi il cervello?
Quante volte al supermercato, hai provato a leggere l'etichette dei prodotti e ti seiarreso perché non comprendi quel linguaggio incompressibile fatto di codici a dir poco criptici che non dicono nulla se non sei un attento osservatore e sopratutto se non ti sei informato sul loro significato.
Ti piacerebbe sapere cosa sono gli "E 220, E450, E 400, E406, E407" e così via?
E sopratutto, ti piacerebbe fare la spesa consapevolmente, e decidere tu, in prima persona, cosa introdurre nel tuo corpo? Visto che "siamo quello che mangiamo" - (Cit. filosofo tedesco - Ludwig Feuerbach).
Ti sei mai sentito inadeguato davanti ad una etichetta alimentare? Cioè di non comprendere ciò che c'è scritto e di scegliere in base all'illustrazione?

Da oggi anche la tua spesa sarà una spesa consapevole!
Da oggi, dì basta all'acquisto guidato in base agli slogan che vedi passare alla TV, anzi spegnila proprio!
Informati, leggi, e smetti di farti guidare, per i tuoi acquisti, dalla televisione.
Si sa, difficilmente chi produce prodotti genuini può investire in pubblicità. Quindi occhio ai prodotti "super pompati".
Leggi, informati, se mentre vai a fare la spesa, guardi nel carrello degli altri, vedi più o meno gli stessi prodotti. Si è vero perché mangiamo tutti più o meno nello stesso modo.
Questo non vuol dire che dobbiamo continuare a farlo!

Nel mio carrello della spesa, non troverai mai le merendine, che sono buonissime, per carità, ma sono calorie vuote. Cioè prodotti elaborati, conservati, che preferisco fare a casa scegliendo gli ingredienti migliori e quelli più freschi.
Scegli gli ingredienti di base migliori e decidi da oggi di cucinare il resto da solo.
So che stai pensando "La mattina non c'è tempo per la colazione!" 
Il fatto è che si pensa sempre alla salute quando ormai è troppo tardi.
Nel mio lavoro, è una cosa che riscontro ogni giorno. Se dessimo alla nostra salute, l'importanza che merita, avremmo sicuramente una migliore vecchiaia. Ma la maggior parte delle persone non vogliono vedere. Non vogliono leggere, e sopratutto quando stiamo bene, non vogliamo pensare alle cose brutte.
Il fatto è che quando andiamo a fare la spesa, siamo pilotati da ciò che guardiamo allatelevisione e come degli automi scegliamo i prodotti per la familiarità che abbiamo con questi, solo per il fatto che li vediamo passare davanti ai nostri occhi, per tutto il giorno.
Gli acquisti sono pilotati dagli slogan?Hai mai visto un bimbo davanti alla tv quando passa la pubblicità?
"mamma voglio questo! voglio quello!" e la richiesta diventa così insistente che per farlo smettere il primo impulso che ti viene è quello di comprargli tutto il supermercato.
Vedi la colpa non è del bambino, ma della pubblicità, che è allusiva, seducente e non c'è modo di rimanere impassibili a questa.
Il problema non finisce qui! Poi vai a fare la spesa, e ti trovi nel carrello ciò che non hai scelto consapevolmente, ma ti ritrovi a comprare ciò che hai visto passare in tv solo perché sei stato coinvolto a livello subliminale dalla pubblicità. Sei stato sedotto e convinto di aver bisogno di quello e siccome è familiare per te decidi di acquistarlo.
... e l'etichetta alimentare l'hai letta?
Macchè etichetta e etichetta! faccio la spesa alla velocità della luce con i bambini impazziti che urlano, ma come si fa a leggere l'etichetta!

Giusto, lecito ed umano. Questa è la realtà che stiamo vivendo. Di corsa, ogni giorno, e dove c'è fretta non c'è qualità. Dove non c'è qualità purtroppo viene meno una ricchezza infinita come la salute.

Pensa, a questo punto, a come sarebbe la tua vita, se scoprissi che qualcuno a cui tieni più di te stesso, avesse una malattia incurabile. Altro che etichette ti leggeresti!
Leggeresti una bibbia di etichette, te lo garantisco. Purtroppo è quello che succede nella vita di tutti i giorni, quandopensiamo alla nostra salute solo quando non ce l'abbiamo più.E' per questo che devi sapere come fare! Devi sapere come proteggerti, devi diventare indipendente da tutto ciò ci viene propinato, manipolato da chi ha esclusivamente interessi commerciali. Svegliati! Sii attivo, intelligente e sopratutto scegli consapevolmente!
Adesso andiamo alla pratica:
Il Vademecum dello spesaiolo.

Appena hai in mano un prodotto, per prima cosa guarda la scadenza. Sembra una sciocchezza, ma ti garantisco che a volte per la fretta ho comprato alimenti scaduti direttamente dal banco frigo.

Negli alimenti come frutta e verdura esiste un decreto legislativo (dlgs /306/02)che impone la carta d'identità da applicare agli alimenti per saperne il luogo di provenienza, la varietà, la categoria.

Per gli alimenti confezionati ci sono tutte le "E". Occhio a queste interessanti informazioni.

Ti sarai comunque accorto, se hai buttato un occhio alle etichette, che ci sono un sacco di codici che apparentemente non dicono nulla. Sono i codici che iniziano con "E". Sono gli Additivi e li trovi in fondo alla lista delle etichette di solito, è quasi impossibile trovare prodotti privi di questi, se fai la spesa al supermercato. Questi servono principalmente per conservare i prodotti e per renderli più invitanti. Si dice che in piccole quantità non abbiamo risultati negativi degni di nota. Qui si trovano:

E249, E 250 (NITRATI) e E251, E 252 (NITRITI) Questi li trovi negli insaccati e nelle carni lavorate. I primi, i Nitrati, in piccole dosi non sono pericolosi, mentre i Nitriti sono considerati potenzialmente cancerogeni. Questi provocano tumori al cervello, cancro al pancreas e al colon, Occhio!

E450 (Polifosfati), si trovano negli insaccati cotti, formaggi sfusi e servono per dare morbidezza e renderli succosi. Questi possono dare svariati problemi a livello digestivo, grazie all'enorme quantità di fosforo che contengono. Un'eccessiva quantità di fosforo è conseguenza di una perdita massiccia di calcio a danno di quelle strutture come denti ed ossa. Quindi attenzione all' E450 nell'alimentazione dei bambini!

E220, E227 (SOLFITI) questi additivi servono per prevenire l'ossidazione di vini, frutta e gamberi. Per il nostro organismo, sono responsabili della distruzione della vitamina B1 , importante per il sistema nervoso, in più sono responsabili di "dispnea" disturbi respiratori sopratutto nei soggetti asmatici... io ne so qualcosa, e nei soggetti con ipersensibilità all'acido acetilsalicilico, più comunemente noto come Aspirina. I sintomi più comuni possono essere tosse, starnuti, orticaria, dolore nella deglutizione. Non provocano reazioni anafilattiche, quindi sono escluse situazioni di pericolo di vita.

E400, E405 ( Acido alginico e alginati) e E406 E407 (carragenine) possono provocare reazioni allergiche e possono alterare il metabolismo.

E320 ( Butilidrossianisolo o BHA) anche questo antiossidante può essere responsabile della distruzione della vitamina D, aumentare il livello di colesterolo, e causare allergia. Per questo cito la fonte (FDA) che ne limita la quantità nel seguente modo:

La metabolizzazione del BHA produce metaboliti potenzialmente carcinogeni. Per questo la Food and Drug Administration (FDA) ne limita le quantità nel modo seguente:
- il BHA non deve superare lo 0,02% dei grassi totali
- può essere aggiunto come antiossidante agli aromi, in quantità non superiori allo 0.5% della sostanza grassa volatile totale dell'aroma
- Massimo contenuto nella margarina : 0.02% in peso
- Quantità ammessa: tra 2 e 1000 ppm

E420, (Sorbitolo) e E421 ( Mannitolo). Il Sorbitolo, è un dolcificante presente nei prodotti da forno e pasticceria. Non è permessa la somministrazione a bambini inferiori ad un anno di età a causa di gravi sintomi che potrebbero scaturire come la diarrea. E' assorbito parzialmente dal corpo come fruttosio, la rimanente parte fermenta nel grande intestino che causano gonfiore addominale. Nelle persone intolleranti agisce come lassativo. Il Mannitolo, appartiene alla categoria degli stabilizzanti, addensanti, gelificanti ed emulsionanti. La vera funzione è quella di dolcificare. I disturbi da eccesso di mannitolo sono a carattere gastrointestinale, con effetto lassativo, assolutamente pericoloso per i bambini.

E101 e E 110 (Coloranti gialli), si trovano nei cibi che devono subire un trattamento termico, nei succhi di arancia, marmellate, dolciumi, margarina, crema in polvere, bevante dessert alla gelatina, patatine, salse di formaggio, gelati, decorazioni per torte, spremute e sciroppi e bevande di colore giallo, rosso o verde. Si usa anche per produrre il colore marrone della cioccolatai e nel caramello. Può essere responsabile di reazioni allergiche persone intolleranti all'aspirina.

Secondo uno studio è stato associato anche all'iperattività del bambini . E' stato scoperto che i coloranti sintetici possono portare aumenti dell'iperattività nell'essere umano. E' controindicato anche per i soggetti asmatici .

Per la legge italiana ci sono degli alimenti che non possono contenere additivi:

  • Acqua minerale
  • Burro
  • Caffè
  • Latte
  • Miele
  • Olio d'oliva
  • Pasta secca
  • The in foglie
  • Yogurt bianco
  • Legumi
  • Frutta fresca

E adesso a fare la spesa!
Ci sono alcune linee guida che devi sapere quando guidi il carrello della spesa. Te li suddivido in 9 punti:

Ricorda che i primi 3 ingredienti sono quelli che mangi di più. Ciò significa che la percentuale di questi è maggiore agli ingredienti presenti successivamente nell'etichetta.

Se l'elenco contiene nomi lunghi e impronunciabili Evita di acquistarlo! E' possibile che l'alimento sia tossico, quindi mangia solo ciò che riconosci.

Non farti ingannare da erbe a fine elenco . Come nel punto 1 quello che realmente mangi è nei primi 3 posti, il resto, se controlli le percentuali è quasi inesistente.

Cerca il più possibile di comprare biologico per ridurre al minimo l'ingestione di sostanze chimiche tossiche e di mangiare cibi freschi minimamente trasformati.

Nell'elenco cerca parole come "germogliato" o "naturale" che sta ad indicare cibi naturali di qualità superiore.Cereali e semi germogliati sono molto più sani rispetto a "non germogliato". Come cereali integrali sono più sani dei cereali arricchiti. Queste diciture contraddistinguono cibi di alta qualità. I "chicchi interi " sono migliori e più sani di quelli arricchiti.

Non farti ingannare dalla parola "grano" quando si tratta di farina. Cerca il pane integrale fatto con "chicchi di grano interi", gli altri sono trovate pubblicitarie per far pagare di più la solita qualità di prodotto, cerca solo "Farina integrale di grano" che è una forma sana di farina di frumento, apri gli occhi!

Non farti ingannare dai prodotti marroni nel pensare che siano più sani rispetto ai prodotti bianchi. La maggior parete dello zucchero di canna che si trova al supermercato è solo zucchero bianco colorato con colorante marrore e aroma aggiunto. Puoi fare questo esperimento se non ci credi. Prendi un comune zucchero di canna e mettilo nell'acqua, vedrai che diventerà bianco appena avrà perso il colore. Questi trucchetti sono solo espedienti utilizzati dalle grandi marche per giustificare il costo maggiore dei prodotti che dovrebbero essere più naturali ma che non lo sono.

Numero delle porzioni trovi questo dato sulla scheda Nutrizionale. Lì puoi trovare scritto che una sola porzione contenga per esempio già il limite che può essere ingerito di Acidi grassi. Considera che la FDA permette che un alimento che contenga 0,5 grammi di acidi grassi per porzione sia uguale a 0. Il fatto è che se già un biscotto contiene 0,5 grassi e ne mangi più di uno sei già fregato. Oltre all'obesità, l'elevata assunzione di acidi grassi saturi, come anche di cibi altamente calorici, costituiscono un problema per la nostra salute. Si è riscontrata l'incidenza con alcuni tipi di tumori come quello al seno, al colon, cancro alla prostata e ovarico. Quindi occhio nelle schede quando trovi scritto "per porzione".

In guardia anche quando trovi nell'elenco la combinazione di saccarosio, fruttosio, sciroppo di cereali, sciroppo di grano, zucchero di canna non raffinato, destrosio ed altri zuccheri. In questo caso le aziende produttrici per essere sicuri di evitare che il consumatore creda che il prodotto sia formato esclusivamente da zucchero, inserisce nell'elenco altri nomi simili, come quelli in questa combinazione. Questo illude il consumatore perché legge lo zucchero sotto forma di altri nomi che in realtà vogliono dire la stessa cosa e mangiano così zucchero allo stato puro.


Se vuoi scoprire come mangiare più sano Approfondisci le mie tecniche di benessere col mio nuovl libro Vivi di qualità e se hai bisogno di un coach qui trovi il mio miglior programma di sempre Ho creato il programma sviluppa l'EFB per aiutare a perseguire i tuoi obbiettivi!